Pasta puntine con i funghi

Inserita il: 20.10.2010 da

Questa ricetta è molto semplice e veloce e permette di riutilizzare in maniera molto più saporita il brodo di carne eventualmente avanzato dal giorno prima.

Faremo una sorta di risotto ai funghi senza riso! Utilizzeremo al suo posto le "puntine" un tipo di pasta da minestra della Barilla che cuociono in appena 6 minuti. Preferisco questa qualità di pasta perchè non è del tipo "all'uovo". Esistono infatti altre tipologie di pastina per brodo (grandinina, risina, ecc) ma si tratta di pasta all'uovo e non mi ha convinto molto perchè ho avuto l'impressione che il sapore dell'uovo prevalesse su quello dei funghi.

link sponsorizzati

Ingredienti (per 4 persone): mezza cipolla bianca, 1 etto di funghi (per fare prima potete usare un misto di funghi surgelati anche se sarebbe meglio il porcino da solo), prezzemolo (un piccolo mazzetto), formaggio parmigiano (o grana) grattugiato (a piacere), 2 pugni di puntine a testa, olio extravergine di oliva, brodo di carne (almeno 1 litro e mezzo).

Come si procede: stendete un filo d'olio extravergine di oliva sul fondo di una casseruola dai bordi abbastanza alti. Tritare finemente la cipolla e versatela nella casseruola e fatela imbiondire. Versate a questo punto i funghi e fateli cuocere per almeno 10-15 minuti aggiungendo un po' di brodo di carne (poco, appena sufficiente a coprire i funghi). Togliete dal fuoco la casseruola, raccogliete i funghi su di un tagliere, tritateli finemente e rimetteteli nella casseruola che avrete rimesso sul fuoco. Aggiungete il restante brodo (non tutto lasciatene un po' da parte nel caso la nostra minestra si asciugasse troppo) e portate ad ebollizione. Versate a questo punto le puntine e fate cuocere. Nel frattempo grattugiate un po' di parmigiano (o grana, a vostro piacimento) e tritate finemente il prezzemolo. Togliete la casseruola dal fuoco appena la pasta raggiunge il grado di cottura desiderato, versate il formaggio grattugiato e mescolate bene. Aggiungete anche il trito di prezzemolo, mescolate ancora e servite subito in tavola.

La consistenza ideale di questa pasta è quella di un risotto un po' "lente" quindi non troppo asciutta ne troppo brodosa. Tuttavia se la lasciate riposare per troppi minuti tenderà ad "incollarsi", in questo caso potete utilizzare il brodo che avete lasciato da parte per regolarne la consistenza.

link sponsorizzati
Se ti è piaciuta questa ricetta condividila sul tuo social preferito